Venezia vista dall’acqua

34,00

Giannina Piamonte

Descrizione

Guida dei rii di Venezia e delle isole.

“È noto che, data particolare origine di Venezia e la sua storia per la massima parte legata al mare e alla laguna, le vie di comunicazione sia esterne che interne sono in maggioranza sull’acqua.
Tradizione, letteratura e un’abbondante documentazione iconografica offertaci dai pittori, specie del sec. XVI e XVIII, ce ne danno una precisa conferma. L’uso delle barche era quindi normalissimo e di generale diffusione, diversamente da quanto oggi accade. Mentre scarsa era al contrario la frequenza nelle calli, da principio fangose, nei campi simili a spiazzi d’erba, sui ponti senza sponde. Pertanto era logico che la facciata sul canale fosse il tramite più importante tra la casa e l’esterno, più ancora che le parti laterali dove pure non mancavano possibilità di accesso per le vie di terra.
Fatte queste considerazioni, non ci sarà difficile comprendere il perché dell’architettura tipicamente frontale propria delle case veneziane, l’attenzione riservata quasi esclusivamente a quella che era la parte più in vista. Cosicché i canali interni, oltre al Canal Grande, costituivano con le loro rive una sfilata, quasi una parata delle facciate, dove i più ricchi potevano attuare le loro ambizioni di magnificenza.
Per i veneziani dei secoli passati la conoscenza della propria città, attraverso le vie d’acqua, era un fatto acquisito e normalissimo.”

Questa guida percorre diversi itinerari lungo i canali interni della città, escludendo volutamente il Canal Grande, e delle isole vicine. Vi si trovano le descrizioni dei percorsi e notizie storiche su palazzi, chiese, ponti, edifici privati e monumenti che si affacciano sull’acqua e mappe dei canali navigabili.

Formato: cm 16 x 22, rilegato
Pagine: 420

Informazioni aggiuntive

Author